arrow-linkcarousel-next-arrowcarousel-prev-arrowcontract-imocontract-medemail-sharefacebook-sharegaranziaglobegoogle-plus-sharelogo-beddinglogo-hildingpinterest-sharesearchslider-next-arrowslider-prev-arrowsocial-facebooksocial-feedsocial-flickrsocial-google-plussocial-instagramsocial-linkedinsocial-pinterestsocial-twittersocial-youtubetwitter-share
Storie

Pokemon Go: realtà virtuale, riposo reale.

Pokemon Go: realtà virtuale, riposo reale.

Il mio sogno si è avverato e si chiama Pokemon Go!

Quando ero piccolo passavo le giornate a guardare i Pokemon in tv insieme a mio fratello Nicola. Desideravo dal profondo del cuore di diventare un allenatore, magari più in gamba di Ash.

Dopo i cartoni è venuto il tempo dei videogiochi: li ho provati tutti (per cominciare tutte le serie rosso, blu, giallo, oro e argento… e poi ancora Pokemon Stadium, Pokemon Battle Revolution, Pokemon Puzzle… e chi più ne ha più ne metta) su tutte le console possibili e immaginabili.

E ora tocca a Pokemon Go: con questa nuova app è tutta un’altra cosa. Malgrado l’afa di questo periodo, trascorro le giornate in giro a cercare Pokemon da catturare. Perfino Nicola, che di solito non si muove di casa prima delle nove di sera per evitare il gran caldo, non riesce proprio a farne a meno. In fondo, si tratta di un passatempo che ci permette di stare insieme e di incontrare persone che condividono la nostra stessa passione.

Ad esempio, ieri sera abbiamo conosciuto una giovane coppia che, con la scusa di portare il figlio a passeggio, era come noi a caccia di Pokemon. Inutile dire che ci siamo persi in chiacchiere e una volta tornati a casa siamo crollati letteralmente sul letto.

Ero talmente stanco che non mi sono nemmeno messo il pigiama! Il letto poi è così comodo e fresco a contatto con la pelle che ci resterei per tutto il giorno. Invece dopo nemmeno 7 ore di sonno ecco il mio caro fratellino tredicenne che mi scuote per farmi alzare dicendo che dobbiamo formare subito una squadra per sfidare il capo palestra della zona. Fortunatamente da quando la mamma ha comprato il materasso nuovo mi sveglio sempre riposato e carico di energie, così posso subito scendere in strada a caccia di Pokemon… Gotta catch’em all!

- - -

Storia di Alberto e Nicola, fratelli che passano le loro vacanze estive giocando a Pokemon Go. Fortuna che al ritorno dalle loro avventure c’è il materasso Bedding Energika Soft Touch, a base di cotone biologico per donare una piacevole sensazione di freschezza, che grazie alle 700 molle insacchettate è pronto ad accoglierli e a farli risvegliare carichi di energie per il giorno successivo.

Top