arrow-linkcarousel-next-arrowcarousel-prev-arrowcontract-imocontract-medemail-sharefacebook-sharegaranziaglobegoogle-plus-sharelogo-beddinglogo-hildingpinterest-sharesearchslider-next-arrowslider-prev-arrowsocial-facebooksocial-feedsocial-flickrsocial-google-plussocial-instagramsocial-linkedinsocial-pinterestsocial-twittersocial-youtubetwitter-share
Cultura del prodotto

Combattere gli acari del letto: rimedi e consigli

Combattere gli acari del letto: rimedi e consigli

Raffreddore e tosse persistenti, riniti, irritazione e arrossamento degli occhi, sono solo alcune delle reazioni provocate dalla polvere domestica. A renderla particolarmente fastidiosa, e in molti casi allergizzante, sono soprattutto gli acari della polvere: microrganismi non visibili a occhio nudo che si nutrono dei nostri residui organici, come capelli e resti di cute, e proliferano in ambienti caldi e umidi. Date le loro caratteristiche il loro habitat ideale è purtroppo la nostra camera da letto, in particolare materassi e cuscini che offrono a questi organismi nutrimento e condizioni ideali.

Gli acari della polvere nella stanza da letto

Eliminare completamente gli acari è impossibile, ma il loro numero, da cui dipendono anche infiammazioni e risposte allergiche, deve essere tenuto sotto controllo e ridotto il più possibile. Per questo è fondamentale seguire una serie di misure preventive, ricordando che anche la scelta del materasso e del guanciale rivestono un ruolo fondamentale. Ecco, dunque, alcuni consigli per gestire la camera da letto in modo da contrastare il proliferare degli acari.

Rinnova materassi e guanciali

Cambiare i vecchi materassi e guanciali è il primo importante rimedio da adottare, questo perché, nonostante le nostre attenzioni, con il passare degli anni la presenza di polvere e acari aumenta in modo esponenziale. Ogni notte il nostro corpo espelle fino a ½ litro di sudore e altri umori. Ogni notte perdiamo circa un grammo e mezzo di pelle (desquamazione del cuoio capelluto, ricambio della cute). In circa 5 anni, nel nostro materasso si accumulano più di 150 grammi di polvere. Inoltre, l'esperta in salute ambientale Lisa Ackerley stima che il peso di un cuscino, vecchio di appena 2 anni, sia composto per il 10% da pelle morta, polvere e acari. Il consiglio dunque è quello di cambiare materasso almeno ogni 7 anni, mentre per il guanciale è bene non arrivare a 2.

Scegli materassi e guanciali antiallergenici

Nella scelta dei nuovi materassi e guanciali, preferisci sempre modelli antiallergici, dotati di un’ottima traspirabilità e che garantiscano la massima igiene, come i modelli in lattice naturale. Per trarne beneficio, è importante che oltre al materasso sia cambiato anche il guanciale, anch’esso infatti si presta ad ospitare gli acari ed entra in contatto diretto con gli occhi e le vie respiratorie.

Arieggia il più possibile il materasso e i guanciali

Oltre alla scelta di soluzioni adatte è importante dedicarsi al loro mantenimento, arieggiando il più possibile, anche ogni giorno, sia i materassi che i guanciali. Questo per abbassare il livello di umidità e calore creati durante la notte, condizioni ideali per la proliferazione degli acari che, inoltre, temono l’esposizione alla luce solare.

Lava frequentemente lenzuola e federe

Anche lenzuola e coperte sono aree dove si concentrano gli acari della polvere. È quindi una buona abitudine lavare periodicamente la biancheria da letto, incluse le federe, i coprimaterasso e i copriletto, in acqua calda sopra i 50 gradi (consultando prima le indicazioni presenti sull’etichetta).

Tieni sotto controllo l’umidità

Gli acari amano gli ambienti umidi, per contrastarli è sufficiente che il tasso di umidità della tua camera da letto non superi il 40 o 50%. Arieggiare bene la stanza è il rimedio più semplice e rapido, ma è consigliabile anche l’utilizzo di un deumidificatore.

Educa i tuoi animali domestici

Gli animali domestici, perdendo pelo e altre componenti organiche, contribuiscono ad aumentare la presenza degli acari. Una buona soluzione è quindi quella di abituarli a non soggiornare o dormire nella nostra stanza da letto.

Per la pulizia utilizza le soluzioni giuste

Anche la scelta degli strumenti giusti per la pulizia dell’ambiente è importante. Per i pavimenti affidati a un buon aspirapolvere. Oggi in commercio esistono diversi modelli dotati di filtri HEPA, filtri specifici che intrappolano anche gli allergeni come pollini e acari. Ricordati però di controllare, pulire o sostituire i filtri periodicamente. Dopo questo passaggio, utilizza un mocio leggermente bagnato per intrappolare eventuali pollini o acari rimasti nell’ambiente. In molti sconsigliano le soluzioni a vapore. Anche se garantiscono un ottimo livello di pulizia infatti, rilasciano umidità e possono quindi provocare l’effetto contrario a quello desiderato.

La camera da letto: scegli soluzioni pratiche

Organizza e rendi lo spazio della camera da letto facile da pulire: evitando tappeti, moquette e imbottiture o tendaggi pesanti. Anche la disposizione dei mobili può aiutarti a rendere le operazioni di pulizia più facili ed efficaci. Non lasciare i vestiti sparsi per la stanza, ma riponili sempre negli armadi. Nella stanza dei più piccoli inoltre fa’ attenzione anche a giochi e peluche, anch’essi infatti sono un luogo ottimale per gli acari ed entrano in stretto contatto con i bambini. Lavali periodicamente in acqua calda, o mettili in freezer per almeno 24 ore e lavandoli poi in acqua fredda.

Top