27/05/2016

Dormire su un materasso traspirante

 Dormire su un materasso traspirante|escape

Io e mia moglie siamo come il giorno e la notte. A lei piace il dolce, a me il salato. Lei ama la musica classica, io preferisco il rock. Come se non bastasse lei è un ingegnere gestionale e io un professore di storia. Ma come si dice: i poli opposti si attraggono, e per noi questa attrazione è fatale.

Ah dimenticavo: io amo l’aria condizionata, mentre lei non la può sopportare. Ogni anno, in questo periodo si ripresenta lo stesso problema. L’estate incombe, arrivano il caldo e l’afa, e io non vedo l’ora di impostare i 18° gradi standard che mi evitano di soffrire in un bagno di sudore.

Non sia mai!

In macchina devo aprire i finestrini per non morire di caldo e perfino in camera da letto, quando è ora di andare a dormire, il condizionatore è severamente vietato. Certo, non ha tutti i torti, ma litigare ci piace, è il sale del nostro rapporto. Lei dice che un materasso traspirante potrebbe risolvere tutti i miei problemi di accaldamento notturno e io controbatto dicendo che se mi lasciasse accendere l’aria condizionata solo un po’ sarei molto felice. Come al solito battibecchiamo un po’ e poi prendiamo sonno, come Sandra e Raimondo.

Ma un giorno sono rientrato a casa ed ho trovato la sorpresa: un materasso nuovo.

“Senti” mi dice “visto che in questa casa devo pensare sempre io a tutto, ecco che ho comprato quel famoso materasso traspirante che risolverà tutti i tuoi problemi... e a questo punto anche i miei”. Ha sempre avuto un gran senso dell’umorismo, chapeau. Posso dirvi una cosa? Questa volta aveva ragione (come il 99% delle volte, del resto... è pur sempre un ingegnere).

Il materasso Loft è davvero una rivoluzione. È realizzato con una tecnologia che si chiama Airforce, che permette di mantenere una freschezza incredibile. Inoltre ha una fascia perimetrale traspirante che assicura il riciclo dell’aria e l’evaporazione dell’umidità. Infine, come se non bastasse, il rivestimento è fatto con un tessuto brevettato da Hilding Anders composto da microcapsule in grado di assorbire il calore in eccesso.

Vi assicuro che da quando abbiamo iniziato a dormire sul nuovo Loft non ho versato più neppure una goccia di sudore. Ci siamo trovati così bene che l’abbiamo preso anche per i nostri due figli, Marco e Sara, che sono proprio come noi: il maschietto che non può sopportare il caldo, mentre la piccola non mostra segni di cedimento neppure durante le giornate più torride dell’anno. In fondo, quando si dorme su un materasso che incontra il gusto di tutti, non ci sono opposti che tengano!

---

Contributo da: Paolo, professore di storia e acerrimo nemico della calura estiva. Da quando la moglie, Sonia, gli ha regalato il materasso traspirante Loft, dorme bene senza dover accendere l’aria condizionata. Grazie all’innovativa tecnologia Airforce, l’aria presente all’interno del materasso viene spinta all’esterno quando si esercita una pressione sulla superficie. In questo modo si ottiene una ventilazione estrema che dona una costante sensazione di freschezza.